1 marzo 2006

Business elettorale

(fonte: disinformazione.it)

In vista della campagna elettorale, i partiti hanno messo da parte per un attimo dissapori e divergenze e, insieme e velocemente, hanno approvato, nel mese di aprile, una norma ad hoc che ha ridotto al 4% l'Iva sulle spese sostenute nel periodo pre-elezioni: un bello sconto rispetto al canonico 20%. L'agevolazione è passata quasi inosservata, trattandosi di un breve comma all'art. 7 nella Legge 80 dell'8/04/2004. Comma che modifica una legge di 11 anni fa e ne allarga la portata: se allora lo sconto sull'Imposta sul valore aggiunto valeva soltanto per il materiale tipografico attinente le campagne elettorali, ora l'Iva al 4% si estende a carta, inchiostro, acquisto di spazi di affissione, di comunicazione politica radio-tv, di messaggi elettorali su quotidiani e periodici, all'affitto di locali e agli allestimenti e i servizi connessi alle manifestazioni. Si è valutato che l'onere derivante da questa piccola modifica normativa, corrisponde a circa 14 milioni di euro. Anche perché, come specificato dopo dall'Agenzia delle Entrate, tale agevolazione «non è limitata a uno specifico evento elettorale, ma assume portata tale, da riferirsi alla generalità delle competizioni elettorali». Il provvedimento, però, potrebbe trovare contraria Bruxelles. «L'agevolazione Iva...» cita la Rivista della Scuola superiore dell'Economia e delle Finanze, legata al ministero dell'Economia « ...appare difficilmente compatibile con il quadro normativo comunitario di riferimento». In attesa che la Commissione Europea verifichi la conformità della norma alle disposizioni comunitarie, la campagna elettorale è andata avanti e le richieste di rimborso pure. Poi, se modifiche ci saranno, si faranno.

Per saperne di più:

"Ci sarà in una delle prossime generazioni un metodo farmacologico per far amare alle persone la loro condizione di servi e quindi produrre dittature, come dire, senza lacrime; una sorta di campo di concentramento indolore per intere società in cui le persone saranno private di fatto delle loro libertà, ma ne saranno piuttosto felici.", Aldous Huxley in un discorso tenuto nel 1961 alla California Medical School di San Francisco

12 commenti:

Anonimo ha detto...

sei uno sfigato tu e questo blog del cazzo. frocio di merda.

Nicolo' ha detto...

Non rispondo a questo genere di insulti, se non sei d'accordo con ciò che scrivo sarò lieto di discuterne. Ah, per la cronaca, sono eterosessuale.

HHH ha detto...

ma che c'entrano questi insulti con la storia di Chiarafuori? Sarò un pò rinco ma non ci capisco un cazzo....boh.

IL BLOG DELLE MUCCHE ha detto...

Cacca al diavolo

su:
http://medica.altervista.org

Nicolo' ha detto...

mandami una mail con il materiale. Grazie, mi sto già muovendo in questa direzione

Sandruz ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Nicolo' ha detto...

Grazie Sandruz, se hai altre informazioni mandamele via mail o postamele qui. E' importante che nessun altro venga truffato da questo blogger

Robin ha detto...

Ma io sta truffa non ce la vedo...A parte il discorso delle donazioni su Paypal, dove sta lo scandalo? e dove sono tutte queste prove sul fatto che chiarafuori non esista? Non capisco tutta questa rabbia nei suoi confronti....

Nicolo' ha detto...

Nessuno ha costretto nessuno a far niente. Ma "Chiara", beccato con le mani nel sacco si è sentito denudato, alla mercede di tutti e ha dato di matto. Nessuno ha fatto fuori Chiara. È Chiara Fuori che si è suicidata. Mi pare che abbia imparato la lezione, e questo mi basta.

Anonimo ha detto...

Scusa se entro nel tuo blog. Mi chiamo Valerio Loreti, faccio il sindacalista. (non cercare il nome su google, tanto non trovi nulla) io credo che le lezioni caro Nicolò dovresti darle solo a te stesso. Il sito di Chiara Fuori era molto popolare e faceva luce, in modo ironico e leggero su problemi gravi. Tu non lo sai, il tuo blog non riceve molti contatti, ma dover scrivere un post ogni giorno è faticoso. Lo so perchè ho un amico che ha questa mania. Chiara era preparata e culturalmente sveglia. Mi sembra molto rumore per nulla quello che hai fatto e moralmente scorretto. Ti sei trinciato dietro a valori di lealtà quando il primo ad essere sleale sei stato tu. Non credo a quello che dici, alla tua battaglia per l'onestà (se mai poi Chiara fosse stata disonesta) credo che tutto sia nato per noia, per fare qualcosa di diverso, per sentirsi vivo. Bè caro potevi cercare altri diversivi.
Mettiamo il caso che quello che dici sia vero? Allora? La conosci la scrittrice Elena Ferrante? Dai suoi libri sono stati tratti numerosi film tra cui i giorni dell'abbandono, l'amore molesto. E' una donna di una certa età che nessuno ha mai visto. Si vocifera che non esista, ma sia solo l'invenzione di un bravo critico cinematografico che sa anche scrivere romanzi. I libri però sono pubblicati, da Feltrinelli credo e vendono bene. Allora anche questo sarebbe un imbroglio?
Dai smettila, anche perchè rischi di beccarti una denuncia per calunnia o diffamazione.
Il sito di Chiara Fuori contribuiva nel suo microcosmo alla perdita alle prossime elezioni di Silvio Berlusconi, questo blog benchè piccolo e di scarsa visione, va in quella direzione mi pare, fai il bravo bambino e continua a scrivere per te.
Buona fortuna

Un sindacalista qualunque.

Nicolo' ha detto...

Chiara ho iniziato una battaglia contro il tuo blog perchè chiedevi 15 euro per ogni post di altro utente pubblicato, tutto qui. Non venirmi a fare lezioni morali perchè ho la coscienza pulita e sono quindi parole al vento. E non tirare troppo la corda, da un sito è facile risalire a tutto, non solo nome e cognome, e quando i dati di 2 siti coincidono le prove della colpevolezza diventano inconfutabili. Per il tuo bene smettila. Ti ho spesso difeso, fino a quando non hai deciso di guadagnarci sopra. Le prove di questo c'erano, ma tu hai cancellato tutto. Smettila di inventarti personaggi o tentare di intimidirmi, più lo fai e più proseguirò nel mio intento.

Sei pulita? Allora riposta tutto quello che hai scritto finora e continua il tuo lavoro, senza chiedere soldi però (e non mi riferisco al paypal, ma ai commenti a pagamento e ai pixel)

Ciao 33831*****

Anonimo ha detto...

Ma il prob è che il sito dei pixel a pagamento era gestito dalla stessa persona che gestice il sito di chiarafuori? è questo che ha dato il via a tutto?

Posta un commento