4 maggio 2006

Legge contra personam?

(fonte: ansa.it)

A conclusione del processo Imi-Sir la Corte di Cassazione ha condannato il parlamentare Cesare Previti (Forza Italia) a sei anni di reclusione (7 in secondo grado). I giudici della suprema corte hanno invece assolto Renato Squillante, ex presidente del' ufficio Gip di Roma, che in appello era stato condannato a sette anni di reclusione. Nei riguardi del giudice Vittorio Metta è stata confermata la condanna a sei anni di reclusione. Per gli avvocati Attilio Pacifico e Giovanni Acampora pene ridotte rispetto a quelle inflitte loro dai giudici di secondo grado: 6 anni di reclusione al primo (7 in secondo grado) e tre anni e otto mesi al secondo (5 anni e 4 mesi in secondo grado). La corte di Cassazione ha cancellato inoltre le condanne inflitte dai giudici di secondo grado al figlio di Nino Rovelli, Felice (tre anni), e alla vedova, Primarosa Battistella (due anni). Per Felice Rovelli è stata dichiarata la prescrizione del reato. Per Primarosa Battistella è stata annullata senza rinvio la sentenza di condanna. La Suprema Corte ha accolto il ricorso della Procura Generale di Milano e della parte civile Cir, contro le assoluzioni pronunciate nel processo Lodo Mondadori dalla Corte di Appello di Milano il 23 maggio 2005. Il processo d' appello per la vicenda Lodo dovra', dunque, essere rifatto. E ha anche accolto il ricorso di Imi San Paolo per il risarcimento dei danni patrimoniali, che erano stati negati dai giudici di secondo grado. Ora, dopo Dell'Utri, Provenzano, Ricucci, Fiorani, Fazio e Previti manca solo il Burattinaio.

Approfondimenti:

"La scoperta che c'è un'Italia berlusconiana mi colpisce molto: è la peggiore delle Italie che io ho mai visto, e dire che di Italie brutte nella mia lunga vita ne ho viste moltissime. L'Italia della marcia su Roma, becera e violenta, animata però forse anche da belle speranze. L'Italia del 25 luglio, l'Italia dell'8 settembre, e anche l'Italia di piazzale Loreto, animata dalla voglia di vendetta. Però la volgarità, la bassezza di questa Italia qui non l'avevo vista né sentita mai. Il berlusconismo è veramente la feccia che risale il pozzo.", Intervista a Montanelli del 26 marzo 2001

3 commenti:

revin ha detto...

in tv hanno detto che con la legge pecorella scattano per chi ha piu' di 70 anni gli arresti domiciliari;

che credo siano solo firmare un registro
una volta al giorno

revin ha detto...

inoltre con un'altra legge per berlusc il processo risulta chiuso perchè non colpevole primo grado quindi non puo' piu' essere fatto ricorso; questo dopo che è stata cambiata la legge;
;

Nicolo' ha detto...

In merito a questa tua osservazione ti consiglio di leggere, negli "approfondimenti" l'articolo "Cassazione: IMI-SIR; Ex-Cirielli non evita carcere ai condannati", è utile per chiarire la situazione che potrebbe delinearsi.

Posta un commento