12 giugno 2006

Caccia italiani contro i talebani

(fonte: corriere.it)

In vista di un'estate che in Afghanistan si profila molto calda, il segretario generale della Nato Jaap de Hoop Scheffer è stato ieri da Romano Prodi e Massimo D'Alema. Una visita dovuta, come capita ogni volta che le elezioni portano a un cambio di governo in uno Stato membro dell'Alleanza. Ma il ritiro italiano dall'Iraq e la nuova fase della missione atlantica nel Sud afghano, controllato dai talebani e dai signori della guerra, hanno reso i colloqui tutt'altro che di routine. Ne riporto alcuni passi (articolo completo):

A Prodi e D'Alema ha chiesto più truppe, più forze speciali e più aerei per l'Afghanistan? «Abbiamo discusso di cosa il vostro governo potrebbe fare in più rispetto ad ora. Se parliamo di aerei, ce ne servono di più. Sempre. L'Italia, comunque, ha già una presenza importante in Afghanistan. Se mi domandate se voglio più truppe e forze speciali, come segretario generale dico: sì, certo. Ma mi tengo fuori dal dibattito italiano».
La Nato chiede all'Italia i caccia Amx (link). Potrebbero essere impiegati nell'offensiva che si prepara per l'estate? «L'Afghanistan è un Paese che ha bisogno di tutto, anche di strade, collegamenti. Senza strade non c'è commercio, non c'è sviluppo economico. Voglio dire che aeroplani ed elicotteri sono mezzi importanti. Nel Nord e nell'Ovest li abbiamo usati molto. Su questo l'opinione pubblica italiana dovrebbe riflettere: chi dice di essere contro la Nato farebbe bene a rendersi conto che quegli aerei sono usati nella cornice del mandato delle Nazioni Unite. Gli aerei italiani agiscono nel contesto dell'Onu, come nel Kosovo. Non dimentichiamolo».
Intende dire che anche se devono lanciare bombe lo fanno nella cornice dell'Onu? «La missione Isaf ha avuto dall'Onu un mandato robusto, e gli alleati su questo sono stati concordi. Ci sono quelli che vorrebbero farci fallire: l'attività dei talebani è mirata a influenzare le nostre opinioni pubbliche, quella italiana e di altre nazioni».

Armamento Amx: La versione italiana impiega il cannone M61A1 Vulcan calibro 20 mm, mentre la versione brasiliana impiega 2 cannoni DEFA. L'armamento aria-aria prevede 2 missili a guida a infrarossi (nella versione italiana 2 AIM-9L, in futuro 2 IRIS-T). L'armamento aria-terra include una vasta gamma di bombe inerti ed a guida laser e GPS (per la versione italiana), tipo GBU-16 e GBU-32, e razzi.

1 commenti:

Beppone ha detto...

Stiamo parlando di bombe inerti .. INERTI ti rendi conto? come se queste bombe anzichè uccidere facciano solletico e siano un giocattolo per i bambini!!
Non ho parole...

Posta un commento