11 dicembre 2007

Ci vogliono tutti morti/2

Dopo il deputato inglese al Parlamento Europeo Chris Davies [*Ci vogliono tutti morti/1] anche dall'Australia arrivano segnali incoraggianti sul futuro dei nostri figli. Un medico della terra dei canguri ha infatti proposto una "tassa sul cambiamento climatico" da imporre alle famiglie con più di due figli, affinchè si possa compensare le emissioni extra di anidride carbonica dovute al nascituro [*1]. I genitori dovrebbero sobbarcarsi un balzello di 5000 dollari australiani (circa 3000 euro) a testa per ogni bimbo-extra e 800 dollari (500€) all'anno, secondo la proposta pubblicata sul Medical Journal of Australia. Al contrario, contraccettivi e procedure di sterilizzazione sarebbero premiate con "carbon credits", che immagino che nella testa del professore Barry Walters (il firmatario dello studio nonchè dipendente del King Edward Memorial Hospital di Perth) siano riconoscimenti economici. La tassa sarebbe quindi utile a piantumare alberi per compensare alle emissioni dell'essere umano extra. Avanti di questo passo e tra un po' in Indonesia [*2] e in Australia risolveremo anche il problema dei trasporti grazie alle numerose liane degli alberi piantati in ognidove. Walters, un ostetrico, ha avanzato la sua proposta con una lettera in cui criticava la scelta del governo di pagare un "baby bonus" di 4000 dollari per incentivare le nascite in un paese scarsamente popolato. Questa forma di finanziamento governativa alimenta le emissioni di anidride carbonica e contribuisce al global warming secondo lo scienziato, tanto da ritenere che questo bonus debba essere sostituito da una "baby imposta". La proposta ha ottenuto anche il consenso del professor Garry Egger, direttore del New South Wales Centre for Health Promotion and Research, che ritiene che il dibattito sul controllo della popolazione debba essere riaperto, ritenendolo parte di una seconda rivoluzione ecologica.

3 commenti:

freenfo ha detto...

Impressionante, fra scie chimiche, intossicazioni alimentari e altre porcherie, stanno attuando il piano che vuole decimare di 2/3 la popolazione mondiale. Veramente triste!

Ciao!

Nicolo' ha detto...

Esatto Freenfo, e non è poi così improbabile come si possa pensare. Rimando ai link in calce a questo post: http://svolte-epocali.blogspot.com/2007/12/ci-vogliono-tutti-morti.html

Colgo l'occasione per ringraziarti per i contributi che lasci qui.
Un saluto,
Nicolò :)

freenfo ha detto...

Per me è un vero piacere, questo Blog è fra quelli che stimo maggiormente per la libertà e l'imparzialità delle notizie trattate.

Un caro saluto!
Freenfo

Posta un commento