4 aprile 2008

Il rifiuto della scheda elettorale

In questi giorni in rete sta prendendo piede la proposta di esprimere il proprio dissenso alle elezioni rifiutando la scheda elettorale e di di verbalizzare il proprio rifiuto [*qui la spiegazione dettagliata della procedura da seguire]. In realtà si potrebbe trattare di un'operazione che può portare dei problemi con la legge in quanto si impedirebbe il regolare svolgimento delle elezioni. Quindi consiglio a tutti quelli che fossero intenzionati a prendere questo tipo di decisione di ripensarci o eventualmente farlo con cognizione di causa mettendo in conto che questa forma di protesta potrebbe rivelarsi del tutto controproducente. Per chi volesse approfondire, consiglio di leggersi le risposte Enrico in *questa discussione e anche *quelle di Pausania (di cui consiglio anche il blog, dato che ci sono).

7 commenti:

Beppone ha detto...

Ottima info. Grazie

Nicolo' ha detto...

Dovuta, non vorrei mai che qualcuno ne facesse le spese per mancanza di informazione.

SI-FA-SI ha detto...

Ciao,

grazie del'info in questi tempi angoscianti..Sono tot combattuta sulla giusta azione da scegliere...
Ma quando dici dei problemi di legge, conosci i riferimenti a dei disegni di legge specifici?

Grazie,

SI

Anonimo ha detto...

Gentili signori,la presente solo per rendervi noto di come sono stato accolto al seggio dopo aver manifestato la mia intenzione di restituire le schede e di mettere a verbale la questione con relativa motivazione.
Innanzitutto, il presidente di seggio,dopo aver presentato documento e tessera elettorale, non voleva effettuare la vidimazione e il timbro su tessera non prima di aver preso le schede ed essere entrato in cabina;cosa che io non ho fatto.Esposta la mia intenzione di restituire le schede e di voler mettere tutto a verbale mi ha tirato fuori una circolare dove si diceva che nel caso in questione le schede sarebbero state ritenute nulle.Posto che il presidente mi ha precisato che la circolare era '' PROPRIO NEL CASO IN CUI SI SAREBBERO PRESENTATE PERSONE COME ME AL SEGGIO CHE HANNO TEMPO DA PERDERE E DA FAR PERDERE AGLI ALTRI !!!'',ho restituito le schede e il presidente mi ha precisato che '' MICA TUTTI POTEVANO ANDARE LI E DIRE LA PROPRIA A RIGUARDO E METTERLA A A VERBALE!!''.
Intanto il segretario mi invitava ad andarmene perchè avevo disturbato abbastanza. A questo punto ho citato il famoso Art. 104, comma 5, del Testo Unico delle Leggi Elettorali D.P.R. 30 marzo 1957, n. 361 e successive modifiche:
Il segretario dell'Ufficio elettorale che rifiuta di inserire nel processo verbale o di allegarvi proteste o reclami di elettori è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa sino a lire 4.000.000.
E' partita la ricerca del presidente di seggio dell'articolo menzionato. Intanto gli animi si scaldavano e fuori dall'aula dove si votava venivo definito un povero matto dalle uniche tre persone che erano in coda per
compilare la loro '' bella schedina '';testimone mia moglie che aspettava fuori.Trovato l'articolo la presidente di seggio mi ha contestato il fatto che potevo soltanto apporre sul verbale solo lamentele inerenti al non corretto svolgersi dell'evento elettorale;insomma solo se avevo riscontrato imprecisazioni durante il mio voto.Le ho detto che questa era una sua interpretazione dell'articolo puramente soggettiva,e che io avevo diritto a
precisare sul verbale la mia intenzione a non accettare le schede perchè non mi sentivo rappresentato dai partiti presenti sulle schede.Lei mi ha risposto:'' Ma perchè non ha votato scheda bianca? ''.Dopo venti minuti sono riuscito a far scrivere il tutto a verbale,mentre il segretario continuava ad inveire contro di me e l'ufficiale di polizia stava fuori dall'aula,non convocato dalla presidente di seggio,che dopo aver letto l'agognato articolo forse si è un po' intimidita, e dopo aver compilato il verbale mi ha detto:''VADA VIA E NON SI FACCIA PIU'VEDERE''. Questo è il clima in cui mi sono recato ad esprimere la mia opinione in un paese dove pare, ci sia la democrazia e non un regime ! Sono indignato e mi sento impotente di fronte a situazioni di questo genere.Sicuramente fossi entrato in una banca con delle granate appese addosso,sarei stato accolto con meno disprezzo e avversione.

Cordiali saluti da un non elettore.

Anonimo ha detto...

anonimo.......penso che questo modo di fare sia controproducente e stupido.....anche perche poi sentire come pecorelle quello che fino a ieri era un idiota in televisione e ora vuole fare il sovversivo, guardandosi i caxxi suoi.......mi sembra da stupidini.....che dire, io la mia scheda l'ho compilata e ho fatto si che un paese riprenda l'ormai passo perso, se tu e tanta gente come te vuole continuare a mettere i bastoni fra le ruote......nn vi lamentate poi, questa è l'italia, bella stupida.......e dei giri di walzer!!!

px ha detto...

oggi ho rifiutato la scheda chiedendo la procedura che potesse semplificare al massimo il lavoro degli scrutatori per l'annullamento.. erano basiti ma curiosi e sorridenti.. ho chiesto di poter verbalizzare una dichiarazione e mi hanno invitata a scrivere qualsiasi cosa, fuorché propaganda politica, su un foglio che sarà allegato al verbale.
Ho scritto "Mi dissocio ufficialmente", ho firmato, datato e c'ho pure aggiunto il codice fiscale..
oggi mi sento decisamente meglio... si fa per dire.. perché visti i risultati nn ci resta che emigrareeeeee

Anonimo ha detto...

contenti voi... ma sappiate che semplicemente non rientrate tra i votanti, tutto qui. A verbale si mette solo IL NOME di chi rifiuta la scheda. Nessuna motivazione, nessun allegato. Lasciate i vostri fogli, al seggio ci facciamo 4 risate e li cestiniamo. Ai fini del calcolo del voto è come rimanersene a casa. Venite solo temporaneamente conteggiati per far quadrare il conteggio delle schede, tutto qui. "il numero delle schede autenticate meno le schede votate NON CORRISPONDE alle schede avanzate perchè x elettori hanno rifiutato la scheda. Punto. La vostra consistenza numerica non viene mai riportata in nessuno scrutinio. Se insistete a voler far modificare il verbale rischiate semplicemente una denuncia (e le conseguenze, avete turbato con un pretesto lo svolgimento del voto). Siete e restate dei semplici astenuti, non fate perdere tempo a chi vuole votare.

Posta un commento